Il Tulsi o Basilico Santo

 

Il basilico Ŕ una pianta originaria del continente asiatico, in particolare dell'India, oggi coltivata in molti paesi del mondo come pianta aromatica per condimento. 

Il nome ha derivazione greca "Basilicon" che significa rimedio regale.


Appartiene alla famiglia delle labiate e raggiunge un'altezza di 20-40cm; le foglie, molto aromatiche, sono di colore verde intenso, i fiori bianchi o tendenti al rosa.

Si coltiva per trapianto e per semina primaverile. Le foglie si raccolgono da maggio a settembre. Le sommitÓ fiorite si raccolgono in luglio e settembre.

 

 

Basilico comune :  Basilicum ocinum.
Altri nomi: Basilico vero, Basilico europeo.

Tulsi :  Ocinum Sanctum.
Altri nomi: Basilico Santo.


Famiglia: Lamiacee (Labiate).
Principali componenti: Linalolo (45%), Estragolo, Limonene e Citronellolo.
Metodo d'estrazione: distillazione a vapore di fiori e foglie raccolti nel periodo maggio-settembre.

 

IN CUCINA
Ha un sapore fortemente aromatico. Non pu˛ essere considerato un ingrediente caratteristico della cucina nord-Europea. In Italia ricetta caratteristica e' il pesto che e' originario della Riviera da Genova alla Provenza.

PER LA SALUTE
Porta sollievo a  nausee e dolori di stomaco, aiuta la digestione, riduce l'effetto delle  punture di insetti e  si dice che in caso di morsicature di serpenti si possono strofinare le foglie di basilico fresco sulla parte irritata. Contro il mal di gola dei gargarismi con l'infuso di basilico effettuati pi¨ volte al giorno possono aiutare. L'infuso di basilico e' coadiuvante contro la caduta dei capelli. Puo' disturbare durante l'allattamento per il gusto che puo' dare al latte e puo' irritare al contatto con pelli particolarmente sensibili. 


Tradizioni dell' India

 

In India il basilico viene impiegato poco in cucina ma vi Ŕ un tipo di basilico, chiamato ''tulsi'', per cui gli Ind¨ hanno un tale rispetto che quando gli inglesi vollero trovare qualcosa su cui costringerli a giurare, il "tulsi" fu una delle voci sacre prescelte.

I mala costruiti con palline ricavate dal tulsi vengono consigliati preferibilmente a chi pratica una dieta vegetariana e' adotta uno stile di vita piu' puro.

Dedicato a Visn¨ e Krishna, in India il tulsi Ŕ considerato una pianta sacra e nell'Ayurveda (la scienza medica indiana),  Ŕ utilizzato in numerosi rimedi ed impiegato nella cura di molti disturbi.
La buona crescita del basilico  determina se un luogo e' pi¨ o meno salubre. Si ritiene inoltre che la sola presenza di questa pianta "magica" abbia il potere di scacciare gli spiriti maligni e, per contro, attirare le benedizioni divine.
   Le foglie vengono usate nei riti quotidiani  dedicati a Visn˙ per il benessere della famiglia.  Una pianta di Basilico Santo cresce nel giardino davanti a casa e tiene lontano gli insetti pericolosi.

 

 

<Torna alla pagina principale>

 

 

 

 

yoga meditazione trieste yoga meditazione trieste yoga meditazione trieste rama bharati swami